LOTTA ALL’ABUSIVISMO EDILIZIO, RIPARTONO LE DEMOLIZIONI

Dopo un periodo di fermo sono riprese le demolizioni dei manufatti abusivi sul nostro litorale

Continua l’opera di demolizione dei fabbricati abusivi sul nostro litorale. Dopo l’Arca di Noè, Gammicella e Zolfara, in questi giorni sono state avviate le demolizioni sull’altro versante del Nubrica, a Contrada Fossa.

Le procedure di demolizione di manufatti privati sul demanio sono riprese dopo molti anni di fermo. L’avvio della demolizione è stata comunicata ai privati ai quali era già stato notificato da tempo lo stato di abuso.
I privati coinvolti hanno dato disponibilità, per iscritto, a provvedere entro brevissimo tempo a provvedere loro stessi alla demolizione dei manufatti in oggetto.
Le demolizioni erano ferme da moltissimi anni, lasciando questi pezzi del nostro litorale nell’incuria e nell’illegalità: si tratta di aree che verranno progressivamente restituite alla nostra comunità.

Le demolizioni in quest’area, quella tra Fossa e Zolfara, sono per altro funzionali anche alla progettazione e realizzazione di un Ponte sul Nubrica che garantirà maggiore sicurezza ai residenti.

Demolizione manufatti abusivi in località Fossa

La zono dopo la demolizione del primo manufatto abusivo

Tre i manufatti che saranno demoliti a spese dei proprietari.
Sul primo il lavoro è stato già portato a termine, come si pùo vedere dalle foto,  si sta lavorando al piano di demolizione per agire sugli altri due.

Ruspe al lavoro per le demolizioni

L’opera di demolizione del manufatto abusivo

 

Le nuove demolizioni sul demanio marittimo a Co-Ro aprono un nuovo scenario di sviluppo |- EcodelloJonio.it