CITTADELLA DELLO SPORT, APPROVATO PROGETTO DEFINITIVO

Stasi: «Un’area inutilizzata che ora sarà punto di riferimento tutto l’anno»

È stato approvato in Giunta il progetto definitivo per i lavori  della “Cittadella dello Sport” per cui il Comune è stato ammesso, nell’ambito nell’ambito del PNRR, Missione 5 – Investimento 3.1 – Sport e Inclusione sociale, ad un finanziamento di 1milione e 500 mila euro.

Una importante iniziativa di riqualificazione di un sito strategico in chiave sportiva.

Il progetto prevede la costruzione-rigenerazione di un impianto sportivo polivalente indoor ed outdoor, con spazi per praticare basket, calcetto, pallavolo, padel e pista di pattinaggio, in un’area comunale di circa 5.000 mq, in località Sant’Antonio, esattamente nell’area limitrofa all’anfiteatro Madre Isabella De Rosis, con vocazione sportiva-ricreativa. A questo si aggiungono i lavori di riqualificazione del Palabrillia.

«La città sarà dotata di nuovi spazi dedicati a diverse discipline – ha dichiarato l’assessore all’Assetto Urbano, Tatiana Novello – un altro tassello importante per la Città in esecuzione delle linee programmatiche dell’amministrazione Stasi per una città unica che guarda al futuro con un ruolo sempre più da protagonista»

«Quest’area, fin dalla realizzazione dell’anfiteatro, era di fatto inutilizzata – ha commentato il sindaco Flavio Stasi – Renderla un centro sportivo, all’aperto ed al chiuso, con discipline non presenti in altri impianti, la farà tornare un punto di riferimento tutto l’anno, aumenterà la qualità della vita del centro storico e consentirà a tanti ragazzi di avere un posto da vivere»

LAVORI URGENTI SULLA CONDOTTA ADDUTTRICE CHE SERVE IL SERBATOIO GULLO

A causa di urgenti e inderogabili lavori sulla condotta addutrice Torre della Rocca, che serve il serbatoio Fausto Gullo, nella giornata odierna potrebbero verificarsi problemi nella regolare erogazione idrica nelle zone di Cantinella, Thurio, Ministalla, Villaggio Frassa e parte dello Scalo di Corigliano
Le squadre Reti e Manutenzione del Comune sono già al lavoro per ridurre al minimo i disagi nella popolazione

Tribunale, L’ora della Coesione, Palazzo San Bernardino, sabato 4 – ore 10.30

Il 12 settembre 2020 si riuniva, in seduta aperta, il Consiglio Comunale di Corigliano-Rossano, con la partecipazione dei Sindaci e dei parlamentari del territorio, per discutere di un solo punto all’ordine del giorno: l’istituzione del Tribunale della Sibaritide.

Da allora sono state molte le iniziative intraprese sul tema, mai trascurato, del presidio di Giustizia, come la istituzione di un apposito gruppo politico-amministrativo che si occupasse del tema.

All’indomani della legge approvata dal Consiglio regionale della Calabria che propone l’istituzione del Tribunale ionico a costo zero per lo Stato, e con l’entrata in carica del nuovo Governo nazionale, l’Amministrazione Comunale, propone un dibattito pubblico con i parlamentari eletti nel collegio di Corigliano-Rossano, con un titolo molto esplicito rispetto agli obiettivi di questa iniziativa: “L’ora della coesione”.

Il dibattito si terrà il 4 febbraio nella Sala Rossa di Palazzo San Bernardino e vedrà al tavolo dei relatori i quattro parlamentari eletti nel collegio territoriale, ovvero il Senatore Ernesto Rapani, l’Onorevole Vittoria Baldino, l’Onorevole Domenico Furgiuele e l’Onorevole Elisa Scutellà.

A fare i saluti istituzionali, in continuità con il percorso già intrapreso nell’Assise Civica, sarà il Presidente del Consiglio, Marinella Grillo. Relazioneranno, anche in rappresentanza della categoria degli avvocati, Maurizio Minnicelli, già Presidente del Comitato in Difesa del Tribunale di Rossano, e Nicola Candiano, Presidente della Fondazione degli Avvocati Foro di Rossano. Concluderà il Sindaco Flavio Stasi.

È ormai acclarato come la riforma delle circoscrizioni giudiziarie, non soltanto ha privato un territorio del suo secolare presidio di giustizia, danneggiando decine di comunità, ma soprattutto non ha raggiungo nessuno degli obiettivi che il legislatore si era prefissato, e merita dunque un lavoro sinergico, su tutti i livelli istituzionali, affinché possa essere rivista.

«Sono convinta che se ognuno farà la propria parte – ha dichiarato il Presidente del Consiglio Marinella Grillo – e la volontà politica a tutti livelli sarà convergente, unanime, l’ esigenza di giustizia del nostro territorio potrà essere colmata».

«Se ieri la soppressione del tribunale di Rossano ha rappresentato una follia istituzionale – commenta il sindaco Flavio Stasi – oggi l’assenza di un presidio di Giustizia nella nuova città di Corigliano-Rossano è insostenibile sotto ogni punto di vista ed a tutti i livelli. Credo che lo Stato debba riconoscere alla città ed al territorio ionico il diritto sacrosanto generale ai servizi ed ai presidi istituzionali, a partire da quello maldestramente sottratto del Tribunale. L’idea è quella di lavorare insieme, con tutti i livelli istituzionali, per raggiungere questo obiettivo comune».

LA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MARINELLA GRILLO ELETTA NEL CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI

«Ringrazio i sindaci che mi hanno onorato della loro fiducia con il loro voto. Un riconoscimento importante, per me, per il ruolo che svolgo all’interno del consiglio comunale e per la città tutta, sempre più presente nei luoghi di partecipazione democratica e consultiva regionale».

Con queste parole, la presidente del consiglio comunale, Marinella Grillo, commenta la proclamazione da parte del presidente del Consiglio Regionale, Filippo Mancuso, della sua nomina come componente del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) per la categoria Presidenti del Consiglio.
Le elezioni si erano svolte lo scorso 12 gennaio, oggi è arrivata la proclamazione ufficiale.

Il Consiglio è l’organo rappresentativo del sistema delle autonomie locali istituito al fine di favorirne l’intervento nei processi decisionali della Regione e di attuare i princìpi di consultazione e cooperazione permanente tra Regione ed Enti locali.

«È necessario assicurare, a chi ogni giorno si dedica con sacrificio e abnegazione a lavorare per la propria comunità, un organismo che garantisca ascolto e presenza – afferma la presidente Marinella Grillo – Il Cal, un luogo di rappresentanza unitaria degli interessi degli enti locali, assolve al ruolo di garantire il pluralismo e la partecipazione degli enti locali con spirito di reale collaborazione e ci consente di rispondere alle esigenze dei nostri concittadini»

PalaBrillia, intercettati fondi per un milione di euro

L’impianto sportivo Brillia tornerà ad essere totalmente funzionante e disponibile per la cittadinanza. È stato infatti approvato dalla Giunta Comunale il progetto definitivo che prevederà la rigenerazione delle coperture, dei terreni di gioco, della pista di atletica e di tutte le finiture necessarie ad integrare e rendere totalmente fruibile tutti gli impianti. L’investimento complessivo sarà di 1 milione di euro, interamente finanziato con fondi PNRR intercettati grazie al lavoro sinergico fra Ministero, amministrazione ed uffici comunali.

«Si tratta di una serie di lavori, dalla copertura agli spogliatoi, a finire al rifacimento del campo sportivo, che erano necessari e fondamentali per una struttura sportiva importante come quella del PalaBrillia – ha affermato l’assessore all’Assetto Urbano, Tatiana Novello – Continua la nostra opera di attenzione e riqualificazione del territorio»

«Grazie al nostro continuo lavoro di progettazione e di pianificazione portiamo a casa l’ennesimo risultato – ha commentato il Sindaco Flavio Stasi – e con questo finanziamento da 1 milione di euro restituiremo alla comunità una struttura sportiva importante e strategica. La qualità della vita dei nostri cittadini è un punto cardine della nostra azione amministrativa, e l’ingente mole di finanziamenti che abbiamo intercettato per il miglioramento della coesione sociale e delle strutture e servizi vanno nella direzione di rendere giorno dopo giorno Corigliano-Rossano una città qualitativamente migliore»

Liliana Segre prima cittadina onoraria di Corigliano-Rossano

 «Se si dà spazio in ogni ambiente, religioso, politico, dello spettacolo, all’idea dell’altro, credo che questa sia la più grande libertà che gli si concede di essere sé stesso ed esprimersi»

La senatrice a vita Liliana Segre è da ieri – lunedì 30 gennaio 2023 – la prima cittadina onoraria di Corigliano-Rossano.

Nella pergamena di conferimento della cittadinanza onoraria, a firma del sindaco Flavio Stasi e del presidente del consiglio Marinella Grillo, si legge: «Quale segno di gratitudine per i valori di umanesimo di cui Ella si fa portavoce educando le nuove generazioni al culto della Memoria e al rispetto incondizionato dell’Altro Uomo». «La memoria non è mai scontata ed in quest’epoca rischia seriamente di essere sovrastata dal rumore della quotidianità e dell’individualismo – ha dichiarato il sindaco Flavio Stasi – La storia ci racconta che la disumanità, anche quella più orrenda, si insinua nella società in maniera subdola, diventando progressivamente normale. Ecco perchè, come città, abbiamo deciso di conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Per onorare la vita e la storia di una donna che ne rappresenta migliaia e per affermare i valori della solidarietà, dell’umanità e della fratellanza tra uomini come fondativi della nostra città». Era il 27 gennaio del 2022, quando con un lungo e sentito applauso, all’unanimità, veniva votata la mozione, la n.2 del 27/02/22, per concedere la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre. Un momento solenne, impreziosito da un intervento video della Senatrice a vita simbolo delle persecuzioni razziali ed esempio di impegno generoso e costante per la Memoria e la Verità. Un percorso che assume maggiore rilievo per essere stato stimolato da un comitato spontaneo i cui referenti – Mita Borgogno, Simone Corami, Francesco Ratti ed Elisabetta Salatino – hanno provveduto alla raccolta delle sottoscrizioni e al deposito di specifica istanza, e al lavoro compiuto con dedizione dalla consigliera Liliana Zangaro.

«Il mio viaggio verso Auschwitz è iniziato tanto tempo fa…». Liliana Segre oggi ha 92 anni ed è senatrice a vita della Repubblica Italiana, ma il 30 gennaio 1944, quando si ritrovò su un carro bestiame al Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, era solo una bambina spaventata. Da questo binario, tra il 1943 e il 1945, partirono 15 convogli stipati di migliaia di ebrei destinati alle camere a gas, a causa della persecuzione nazifascista. Dei 776 bambini italiani di età̀ inferiore ai 14 anni che furono deportati nei campi di concentramento, sopravvissero solo Liliana e altri 24. «Una volta scesi dal treno – ha scritto la senatrice nel suo libro Fino a quando la mia stella brillerà̀ (edizioni Il battello a Vapore) – ci ritrovammo subito circondati da tanta gente: c’erano i prigionieri del campo che avevano l’ordine di smistare le valigie, c’erano i soldati nazisti che smistavano noi, le guardie con i cani al guinzaglio che abbaiavano». Da quel momento non rivide mai più suo padre. Era il 6 febbraio 1944. Fu destinata a lavorare in una fabbrica di munizioni insieme ad altre 700 donne e ragazze, che facevano i turni giorno e notte. Ha tuttora ben impresso nella mente il ricordo di quando doveva mettersi in fila nuda per la selezione, della baracca dove dormiva, del vestito a righe, della stella gialla, dei pidocchi e del freddo. Quell’inferno durò fino alla metà di gennaio del 1945 quando, con l’avanzare dei russi, i nazisti decisero di evacuare il campo. Lei, insieme agli altri prigionieri, iniziò una marcia di settimane fino al campo di Malchow, in Germania, dove restò fino all’aprile del 1945. La liberazione arrivò il 1° maggio: «non potevamo crederci – racconta Liliana Segre – eravamo esauste ma di una felicità che, ancora oggi, non saprei descrivere per quanto era grande. Sono potuta tornare in Italia quattro mesi dopo, alla fine di agosto del 1945. Un altro viaggio in treno, ma con vagoni aperti. Era estate ed eravamo ancora vivi». Incredibilmente vivi.

Una delle vicende più nere delle pagine della storia dell’uomo e che non deve mai essere dimenticata.

AVVISO SEDUTA PUBBLICA – Prot. N. 107603 del 04/11/2021 AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI N.1 ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CHE ANNOVERI AL SUO INTERNO GUARDIE ZOOFILE.

 

CITTA’ DI CORIGLIANO-ROSSANO
Provincia di Cosenza
SETTORE 3 AFFARI GENERALI – SERVIZIO 4 GARE ED APPALTI
Tel. 0983 5491

OGGETTO: Prot. N. 107603 del 04/11/2021 AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI N.1
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CHE ANNOVERI AL SUO INTERNO GUARDIE ZOOFILE.

AVVISO SEDUTA PUBBLICA

Con riferimento all’oggetto, si comunica che giorno 01 Febbraio 2023, alle 10.00, presso l’Ufficio Gare ed Appalti (Pal. Garopoli AU Corigliano), si terrà la 1° Seduta pubblica. Potranno Partecipare alla su indicata seduta, i rappresentanti Legali delle Associazioni aderenti all’avviso, ovvero, i soggetti muniti di apposita delega e valido documento di riconoscimento.
Corigliano Rossano 31/01/2023

Il Responsabile del Servizio Gare ed Appalti
F.to Dott. Giuseppe Calabrò

IN PREFETTURA INCONTRO DELLA CABINA DI REGIA SULL’OSPEDALE UNICO DELLA SIBARITIDE

Stasi: «Prioritario non sospendere i lavori»

Questa mattina nella sede della Prefettura di Cosenza, presente il sindaco Flavio Stasi, si è tenuta una riunione della  “Cabina di Regia” relativa al Protocollo d’intesa vigente tra la Prefettura- U.T.G. di Cosenza, la Regione Calabria, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza , l’Ispettorato del Lavoro, le OO.SS. Fillea CGIL, Filca CISL, FeneaL UIL e  la società “D’Agostino Angelo Antonio costruzioni generali”, affidataria della concessione di costruzione e gestione dei lavori di realizzazione del nuovo ospedale della Sibaritide.

L’incontro, presieduto Ciaramella, era stato voluto dal presidente della Regione, Roberto Occhiuto, che ha partecipato all’incontro. Erano presenti, inoltre, il Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, Il Dirigente dell’Ispettorato del Lavoro, le Rappresentanze delle citate Organizzazioni sindacali ed i responsabili locali della Società Concessionaria.

Il confronto è stato ispirato all’esigenza di rispettare il cronoprogramma di realizzazione dei lavori in considerazione della particolare importanza dell’opera pubblica per la Sibaritide e per l’intera provincia, considerato il ruolo strategico che riveste per l’erogazione del servizio di assistenza sanitaria.

«Il 24 ottobre scorso, a chi scriveva sulla stampa che il problema del nuovo ospedale sarebbe stato un allaccio fognario, risposi – commenta il sindaco Flavio Stasi, a margine dell’incontro – come l’unico vero ostacolo da superare sarebbe stato rappresentato da un eventuale squilibrio finanziario del progetto. Per questo nelle ultime settimane il cantiere è oggettivamente rallentato.  Si tratta, del resto, di un percorso iniziato 15 anni fa, che sotto il profilo tecnico ed economico sono un’era. L’incontro è stato utile per iniziare ad affrontare il problema e confermare da parte di tutti la strategicità dell’intervento. Uffici regionali ed azienda dovranno confrontarsi nei prossimi giorni per studiare quali soluzioni sono possibili per sopperire ad una sottostima dei costi dell’opera che negli ultimi mesi si è oggettivamente aggravata».

«Il tavolo sarà quindi riconvocato tra due settimane – conclude il sindaco – Ho ribadito che è prioritario non sospendere assolutamente i lavori, che nel corso di questi anni sono andati avanti con decisione, quindi trovare soluzioni urgenti che consentano di rispettare il cronoprogramma».

CAMBIO VIABILITÀ IN VIA MINNICELLI PER LAVORI SU RETE IDRICA

Nella giornata odierna dal servizio Reti e Manutenzione è stato rilevato un danno sulla condotta idrica comunale su un tratto di Via Minnicelli.
Da domani – lunedì 30 gennaio 2023 – al fine di poter riparare la perdita, è stata emanata l’ordinanza n.18 con la quale viene disciplinata la chiusura del traffico veicolare, dalle ore 7 del mattino a cessata esigenza, dall’incrocio Via San Nilo (ex Ghiacciaia) all’incrocio di Via Giovanni Amendola. Escluso i residenti ed i mezzi di soccorso, la nuova viabilità provvisoria prevede che ai veicoli provenienti dalla S.P. 250 direzione (Porta Cappuccini) è fatto divieto di svoltare a sinistra all’incrocio di Via Luigi Minnicelli e devono proseguire per Via San Nilo; i veicoli provenienti dalla S.P.250 (Celadi) all’incrocio di Via Giovanni Amendola — Via XX Settembre devono svoltare a sinistra per Via Giovanni Amendola. Sarà cura del settore della Polizia Municipale apporre dovuta segnaletica stradale.
Sempre domani – lunedì 30 dicembre – potrebbero verificarsi disagi nella regolare erogazione idrica nel Centro Storico di Rossano.

RIQUALIFICAZIONE E AMPIAMENTO MENSA PIRAGINETI OTTENUTO FINANZIAMENTO DI OLTRE 300MILA EURO

Stasi: «Continua l’impegno nel campo dell’edilizia scolastica»

Intercettati oltre 300mila euro, nell’ambito della Missione 4 – Investimento 1.2: “Piano di estensione del tempo pieno e mense”, finanziato  dall’Unione europea – Next Generation EU.

Il nostro Comune ha ricevuto un finanziamento di 355mila euro per la riqualificazione e l’ampliamento della mensa scolastica nella scuola di Piragineti, con un ampissimo punto cottura, specifici spazi per la preparazione di ogni singolo pasto, dalla carne alla verdura, garantendo quindi il massimo dell’igiene ed evitando ogni tipo di contaminazione tra cibi, nello stesso locale saranno creati appositi spogliatoi. Ampi spazi saranno dedicati al refettorio in locali accessibili dalla scuola, in ambiente separato dal punto cottura.

«Il rifacimento del punto cottura della scuola di Piragineti, unitamente ad un nuovo refettorio, è un passo verso un servizio migliore. La posizione strategica del punto cottura consentirà di coprire una area di cerniera tra le attuali zone urbane e l’area di Fabrizio – dichiara l’assessore Tatiana Novello – con un ulteriore miglioramento del servizio»

«Continua senza sosta l’impegno per il miglioramento e le nuove opere necessarie in campo di edilizia scolastica. Un ottimo risultato per la città. La Missione 4, Istruzione e Ricerca del PNRR – ha commentato il sindaco Flavio Stasi  –ha dato la possibilità ai comuni di progettare importanti investimenti nella realizzazione e nella ri-funzionalizzazione di spazi per le nuove generazioni scolastiche e il nostro Comune è stato in grado di intercettare le possibilità disponibili, con lucidità politica e attenzione ai bisogni dei nostri studenti»