CORIGLIANO-ROSSANO SARÀ ILLUMINATA DI ROSA

Corigliano-Rossano sarà illuminata di Rosa per la prevenzione nella lotta al tumore al seno
Campagna di sensibilizzazione e prevenzione di Airc e Anci

Portare luce in un mondo oscuro. Questo slogan sottolinea lo spirito con cui venerdì, sabato e domenica prossimi, Corigliano-Rossano, dal tramonto, illuminerà di rosa il Castello Ducale e la Torre dell’Orologio per aderire alla campagna Nastro Rosa, promossa dall’Anci insieme all’Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca oncologica nella lotta al tumore al seno, una malattia che solo in Italia colpisce una donna su otto nell’arco della vita e rappresenta la neoplasia più frequente nel genere femminile.

«Un piccolo gesto ma di grande impatto – afferma l’assessore alle Politiche Sociali, Alessia Alboresi che ha fortemente sostenuto l’iniziativa – una richiesta arrivataci da Anci e Airc alla quale, come amministrazione, non abbiamo voluto sottrarci. Illuminare di rosa i nostri monumenti è il segno tangibile della nostra vicinanza a chi soffre, del nostro aiuto, ma vuole essere un promemoria perché tutte le donne, anche e soprattutto le più giovani, prendano consapevolezza della necessità di effettuare regolari controlli per una diagnosi sempre più precoce».

STASI: «SUL PORTO INCONTRO UTILE E COSTRUTTIVO»

Stasi: Sul porto incontro utile e costruttivo»
Oltre alla banchina crocieristica, presi impegni su diportistica ed alaggio e varo.

Questa mattina si è tenuto presso la sede dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro, l’incontro tra il sindaco Flavio Stasi ed il Presidente dell’Autorità, ammiraglio Andrea Agostinelli sul tema del Piano delle Opere Triennale 2022 – 2024 e sugli investimenti previsti per il porto di Corigliano-Rossano.
L’incontro si è tenuto in un clima costruttivo nel quale, seppur non esaustivo rispetto alla programmazione complessiva 22-24, sono stati sottoscritti impegni reciproci sulle opere da realizzare nel sorgitore della terza città della Calabria.
Oltre alla realizzazione della banchina crocieristica, che era stata chiesta dall’Amministrazione Comunale dal 2019, l’Autorità si è impegnata a realizzare le strutture idonee da dedicare alla nautica di diporto nelle aree che saranno individuate sinergicamente, e ad inserire tra le opere programmate anche gli interventi di manutenzione necessari per la struttura di alaggio e varo, definita più volte dal primo cittadino “la vera emergenza del nostro porto”. A quel punto, prendendo atto del fatto che l’opera risulta effettivamente collaudata, per la messa in funzione della struttura sarà necessario soltanto terminare la procedura di incameramento.
Infine, oltre alle opere previste per la messa in sicurezza della flotta peschereccia alla luce dei lavori della banchina crocieristica, l’Autorità si è impegnata ad allocare nel POT 2022-2024 anche le risorse necessarie per intervenire sull’imboccatura del porto e per migliorarne gli accessi.
Sulla scorta di tali impegni, il Sindaco ha preannunciato il parere positivo all’A.T.F. proposto dall’Autorità di Sistema per la realizzazione della banchina crocieristica. L’occasione è stata utile anche per confrontarci su alcuni interventi che l’Amministrazione, anche alla luce del progetto “SchiavoNEA” finanziato con il Piano Qualità dell’Abitare, intende fare per migliorare la viabilità, l’accessibilità e l’integrazione del porto nel tessuto urbano di Schiavonea, sui quali c’è stata piena condivisione.

«Il confronto, anche duro quando necessario, tra chi ricopre incarichi di responsabilità – dichiara il sindaco Stasi – è basilare per il funzionamento della Cosa Pubblica. Quando le Istituzioni si confrontano con un fine comune, che in questo caso è quello di sviluppare una infrastruttura importante come il porto di Corigliano-Rossano, a vincere sono gli interessi della comunità».
«Come avevo previsto – continua il Primo Cittadino – è stato un incontro importante e proficuo, in cui abbiamo affrontato questioni importanti, oltre ovviamente alla banchina crocieristica, come lo sviluppo della nautica di diporto ed i lavori per la struttura di alaggio e varo, assumendo impegni reciproci. La nostra è una delle città più importanti della Regione ed il porto è, di fatto, il Porto della provincia più grande: è imprescindibile condividere le scelte, nel rispetto delle competenze di ogni ente. A proposito di competenze, per il prossimo futuro sarebbe opportuno – conclude il Sindaco – che il parlamento rivedesse l’impianto normativo che non concede il diritto di voto, nel comitato portuale, alle città non capoluoghi di provincia. È evidente come nel nostro caso questa rappresenti una stortura paradossale, anche se sono certo che tale vincolo non impedirà all’Autorità di Sistema di tenere sempre in debita considerazione il parere dell’Amministrazione cittadina».

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 16 OTTOBRE 2021

Convocazione del consiglio comunale
in data 16 ottobre 2021

È stato convocato il consiglio comunale in sessione in sessione straordinaria ed in prima convocazione, per le ore 9 del 16 ottobre 2021 nella Sala delle Adunanze Consiliari, in Piazza SS. Anargiri, in modalità mista.

Otto i punti all’ordine del giorno

1. Art. 45, comma 1 ed Art. 64, comma 2, del D. Lgs 267/2000 – Surrogazione dei neoassessori comunali, Maria Salimbeni ed Alessia Alboresi, già consiglieri, con il dott. Giuseppe Pugliese (Lista Corigliano-Rossano Futura) e con l’avv. Giuseppe Di Vico (Corigliano Rossano Pulita). Convalida dei nuovi consiglieri.

2. Art. 46, comma 2, D. Lgs. 267/2000. Decreto del Sindaco n. 18 del 05 ottobre 2021 di nomina della nuova Giunta Comunale. Comunicazione al Consiglio.

3. Approvazione verbale seduta precedente.

4. Comunicazioni del Sindaco.

5. Rimodulazione parziale, mediante designazione, dei componenti delle Commissioni consiliari permanenti di cui alla deliberazione C.C. n. 63 del 15.10.2019 per effetto dell’intervenuta modifica della rappresentatività della maggioranza consiliare.

6. Rimodulazione parziale dei componenti della Commissione per la formazione dello Statuto comunale di cui alla deliberazione C.C. n. 09 del 15.05.2020 per sostituzione del neoassessore comunale, avv. Maria Salimbeni, nonché per effetto dell’intervenuta modifica della rappresentatività della maggioranza consiliare.

7. Richiesta convocazione C.C. del gruppo di minoranza ex art. 39 prot. n°90816 del 21 settembre 2021 avente ad oggetto: a) Questione rifiuti, Approvazione delibera “Rifiuti zero”; b) Verde Pubblico, servizio e dipendenti, possibili soluzioni; c) Enel, progetto e sviluppo futuro; d) Campi sportivi, degrado; e) Ripristino muro di contenimento crollato in zona San Marco; f) Rendiconto stagione estiva 2021;

8. Richiesta convocazione C.C. del gruppo di minoranza ex art. 39 prot. n°85412 del 7 settembre 2021 avente ad oggetto: Problema disabilità alla luce della delibera di giunta Regionale n°394 del 17.08.2021;

Nel caso di seduta infruttuosa, la seconda convocazione è prevista, secondo le stesse modalità, per le ore 16 del 20 ottobre 2021.

Sarà possibile seguire la diretta streaming audio-video del consiglio al seguente link: http://consigli.cloud/coriglianorossano

 

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO COMUNALE
Avv. Marinella GRILLO

IN CORSO I LAVORI ALL’AUTOPARCO DI CONTRADA BONIFACIO

IN CORSO I LAVORI ALL’AUTOPARCO
DI CONTRADA BONIFACIO
L’Amministrazione sta procedendo alla rimozione dell’amianto e tornerà ad utilizzare il sito

 È in corso la rimozione dell’amianto sull’autoparco di Contrada Bonifacio, un importante risorsa per la città che, durante il commissariamento, era stata interdetta per ragioni igienico-sanitarie.

L’Amministrazione Comunale, utilizzando i fondi previsti dalla Legge di Bilancio 2020 per interventi di messa in sicurezza di edifici pubblici, a seguito di gara ad evidenza pubblica con procedura aperta, ha già affidato i lavori sulla copertura che renderanno nuovamente utilizzabile l’intera area comunale, consentendo, così, anche lo spostamento degli uffici del settore Reti e Manutenzione attualmente ospitati nel parco Fabiana Luzzi.

Il progetto di messa in sicurezza era stato già approvato con Delibera di Giunta n. 228 del 30 ottobre 2020, per un importo totale di circa 220 mila euro, alla quale sono seguite le procedure per l’affidamento dei lavori che termineranno entro il 2021.

Grazie a questo intervento l’Amministrazione recupererà un’altra risorsa del nostro patrimonio comunale, dopo aver ridato vita al primo piano di Palazzo Bianchi laddove, attualmente, risiede l’ufficio del Sindaco, la Segreteria generale, la Sala Giunta ed il servizio Delibere, in attesa di dare avvio ai lavori per l’ultimazione del secondo piano previsti in Agenda Urbana per la quale, soltanto poche settimane fa, è stata firmata la convenzione con la Regione Calabria.

CONTINUA L’IMPEGNO PER LE BIBLIOTECHE COMUNALI DELLA NUOVA GIUNTA STASI

Biblioteche comunali: Continua l’impegno della Giunta

La nuova giunta di Corigliano-Rossano si è subito messa al lavoro per delineare le nuove linee di intervento in continuità con gli impegni già precedentemente assunti.
Il neoassessore alla Cultura, Alessia Alboresi, ha ribadito, in piena continuità con il predecessore, Donatella Novellis, come la cultura sia un valore cardine per l’amministrazione tutta, sia per quanto riguarda l’educazione scolastica e sia per lo sviluppo della cittadinanza a diversi livelli. A questo proposito è stato ribadito il ruolo centrale che hanno ed avranno le biblioteche comunali in questa azione.
Da lunedì 18 ottobre sarà riaperta, con l’utilizzo di personale interno, la Biblioteca Comunale Pometti.
Nel mese di agosto era stata fatta una ricognizione interna del personale valutando la disponibilità di chi volesse assumere il ruolo di responsabile all’interno della struttura. Alla chiamata ha risposto la dottoressa Lo Prete che da lunedì sarà in pianta stabile all’interno della Biblioteca comunale.
Nell’ambito dei PUC – Piano Utili alla Collettività – poi, partirà da novembre, un progetto di supporto per l’apertura di biblioteche, centri di lettura, videoteche. Questi nuovi inserimenti saranno utilizzati sia per il controllo delle sale, il riordino del patrimonio librario, compresa la ricopertura dei libri destinati al prestito, del materiale informativo (quotidiani e periodici, riviste, CD), sia per l’assistenza informativa agli utenti dei servizi.
L’assessorato continuerà ad intercettare ed impiegare tutti i fondi disponibili, messi a bando dall’ente regionale e ministeriale, per garantire l’apertura in orari straordinari delle biblioteche comunali ed il rimpinguamento dei testi.
L’obiettivo è continuare con l’attivazione e l’apertura dei centri studio e sale letture, attività che ha portato, nell’anno 2020-2021, il riconoscimento di “Città che Legge” da parte dell’ANCI, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, e dal Centro per il Libro e la Lettura.

RACCOLTA RIFIUTI INSUFFICIENTE CAUSATA DA INDISPONIBILITÀ IMPIANTI

 

Rifiuti: Raccolta insufficiente causata da indisponibilità impianti
Serve aumentare raccolta differenziata, riparte distribuzione delle buste

In questi giorni abbiamo iniziato ad intravedere nuovamente rifiuti ai piedi dei cassonetti o nei luoghi in cui sono collocate le isole di raccolta. La causa di questo disagio non dipende né dall’Amministrazione Comunale né dall’azienda che si occupa della raccolta, bensì dalla impossibilità di conferire gli RSU presso l’impianto di trattamento di Bucita.

Come capitato già altre volte negli ultimi mesi, infatti, l’indisponibilità di siti di smaltimento presso i quali conferire gli scarti blocca l’impianto e di conseguenza la raccolta. In questo caso lo stop è stato causato dalla indisponibilità della discarica di Crotone e di altri siti individuati dal competente Dipartimento Regionale, il quale si sta occupando di gestire i flussi delle varie province.

Nei mesi scorsi, ed in particolare nei mesi estivi più delicati, la città ha risentito poco dell’assenza degli impianti regionali grazie all’assunzione di responsabilità del Sindaco che, con l’ordinanza sindacale del 29 giugno, ha consentito di attivare un conferimento straordinario grazie al quale non soltanto Corigliano-Rossano, ma quasi l’intera Sibaritide ha evitato situazioni drammatiche come quelle registrate in altri comprensori.

Grazie agli interventi dell’Amministrazione Comunale, in queste ore è stato possibile effettuare una raccolta parziale grazie a conferimenti presso altri impianti di trattamento, mentre si attende e si lavora con gli enti extra-comunali per soluzioni definitive che consentano la raccolta regolare.

Anche per superare più agevolmente le difficoltà causate da un contesto regionale non certo efficiente e solido, che oltre a creare i disagi sta aumentando i costi per tutti i comuni, è necessario in città aumentare le percentuali di raccolta differenziata. Come è noto attualmente sono attivi ancora due diversi contratti, ereditati dagli ex comuni, ed una delle criticità maggiori registrate in questi mesi è stata la mancata distribuzione delle buste allo Scalo di Corigliano, Centro Storico e Schiavonea perché prevista soltanto nei primi anni.

Per questa ragione l’Amministrazione ha inteso finanziare e riattivare la distribuzione delle buste che partirà nei prossimi giorni, in modo da rendere agevole il compito dei cittadini consentire l’incremento della differenziata finalizzato a diminuire i disagi, tenere la città più pulita e contenere i costi, in attesa del nuovo progetto, attualmente in discussione nella commissione consiliare, che prevede il porta a porta spinto su quasi l’intero territorio comunale.

DISSERVIZI SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA, PRESI IMMEDIATI PROVVEDIMENTI

Disservizi nel serivizio di refezione scolastica, l’amministrazione ha preso immediati provvedimenti

In merito ai disservizi registrati oggi – lunedì 11 ottobre 2021 – rispetto al servizio di refezione in alcuni plessi scolastici, l’amministrazione comunale, l’assessore alle Politiche Sociali con delega al diritto allo studio, Alessia Alboresi e il dirigente al ramo, si sono da subito mossi con una indagine interna per capirne motivi e prendere immediati provvedimenti.

La causa principale del disservizio è dipesa dal “punto cottura” della ditta, non ha funzionato quello di Corigliano, per cui i pasti previsti sono arrivati da altri siti – sempre della stessa ditta – situati in altre località, cosa che ha prodotto i ritardi e le altre problematiche segnalate.
Una cosa che non dovrà più succedere e per la quale l’amministrazione sta procedendo per le eventuali azioni legali da intraprendere ai danni di chi ha causato il problema.
Nello scusarsi per i disagi arrecati, a fronte di un servizio organizzato con largo anticipo nell’unico interesse di garantire gli studenti, l’amministrazione annuncia che lo stesso non si ripeterà più e che il costo dei pasti odierni, ricadenti nei plessi oggetto dei disservizi, resterà a carico della ditta.

 

Altre info sul servizio di refezione scolastica: https://bit.ly/3apwYVa

                                                                              https://bit.ly/2ZG35On

 

SS.106: LA STRAFACE DIMOSTRA DI NON SAPERE DI COSA PARLA

 

106: La Straface dimostra di non sapere di cosa parla. Faccia gli interessi del territorio e non di ANAS.
Il sindaco Stasi replica al neoconsigliere regionale sulla SS.106

Sono rammaricato del fatto che il primo comunicato ufficiale del neoconsigliere regionale Straface sia stato sostanzialmente scritto sotto dettatura ed a tutela degli interessi di Anas e non del territorio che dovrebbe rappresentare.

La cosa, purtroppo, non mi stupisce granché vista la campagna denigratoria indetta contro l’Amministrazione in carica, da parte dell’ex-sindaco, da molti mesi e basata sistematicamente su notizie imprecise o completamente false: clamoroso, ad esempio,  fu l’annuncio dato via stampa sui fondi per l’efficientamento dell’illuminazione di Corigliano teoricamente perduti o spostati altrove, mentre, invece,  questa Amministrazione ha recuperato totalmente il finanziamento e presto inizieranno i lavori.

Nel caso della nota odierna l’approssimazione del Consigliere Regionale è addirittura imbarazzante, segno del fatto che non conosce per nulla né i fatti, né le carte e che si affida, forse, a cattivi consiglieri.

Intanto su mia insistenza l’Anas presentò, a luglio 2019, tre proposte per l’ammodernamento della SS.106 tra Sibari ed il Coserie, tra le quali l’Amministrazione espresse chiaramente preferenza esclusiva per il percorso già approvato dalle amministrazioni precedenti, ovvero quello del megalotto 8.

Nonostante questo, Anas ha deciso deliberatamente di andare contro la volontà dell’Amministrazione (quindi anche delle ex amministrazioni di Corigliano e Rossano) lavorando ad un’altra ipotesi, presentata ad aprile dell’anno in corso, con una striminzita bozza su carta, profondamente insufficiente dal punto di vista tecnico e politico, ovviamente, tali lacune, furono puntualmente rilevate e comunicate ai diretti interessati, in tutte le occasioni di confronto, formali e informali. Con la medesima chiarezza sono state espresse tutte le note perplessità rispetto alle famose varianti, che sono state classificate fin dal primo momento come semplicemente inaccettabili.

Probabilmente Anas era convinta di trovare amministrazioni comunali con l’anello al naso che avrebbero accettato supinamente qualsiasi proposta, anche la più devastante, pur di poter gestire un’operazione milionaria di questo tipo (propaganda, lavori, posti di lavoro ecc.).

Del resto, basta andare un po’ a nord di Corigliano-Rossano per notare come il raddoppio della SS.106, realizzato praticamente sulle spiagge, abbia sì raggiunto l’obiettivo di realizzare l’opera, ma abbia contestualmente distrutto l’economia locale.

Per la chiarezza con la quale non abbiamo mai chiuso a questa ipotesi di tracciato ma, dettando condizioni precise a tutela del territorio, qualcuno deve aver pensato di forzare la mano, convocando questa sorta di conferenza dei servizi preliminare.

Una conferenza sostanzialmente inutile vista l’insufficienza anche formale della documentazione fornita, ma questa iniziativa ha trovato assolutamente favorevole chi, come noi, ha le idee molto, molto chiare: abbiamo avuto la possibilità di formalizzare anche in quella sede quanto comunicato in maniera cristallina nei mesi precedenti.

Stessa cosa dicasi, per esempio, per il sottopasso in Contrada Frasso previsto come “ipotesi lontana” e sempre descritto come “molto difficile da realizzare” dai dirigenti ANAS nel corso di tutti gli incontri tenuti negli scorsi mesi, sperando forse di scoraggiare ogni pretesa da parte di chi rappresenta la Città. Non è simpatica l’idea secondo la quale a Genova si possa realizzare un ponte da 1,2 chilometri in tempi record, ed in Calabria un sottopasso da 700 metri sia quasi impossibile? Forse su questo tipo di arretratezza politica si basano le fortune elettorali di qualche riciclato esponente locale, un’arretratezza che l’attuale amministrazione però rigetta totalmente. Non solo l’attraversamento degli scali deve essere rivisto per entrambe le aree urbane, ma deve anche essere progettato in maniera seria e complessiva e non al risparmio come proposto dalla bozza di tracciato.

Pertanto, segnaliamo a chi è stato troppo distratto da una campagna elettorale sorprendentemente pregna di contenuti che l’Amministrazione ha le idee molto chiare e che queste sono state rese in ogni occasione utile.

Comprendiamo che tale chiarezza abbia spiazzato chi, evidentemente, credeva di poter far passare in cavalleria qualsiasi ipotesi, anche quelle “super-risparmio”, ma appurato come tale previsione sia stata sbagliata, avremmo auspicato da parte di coloro che sono chiamati a rappresentare il territorio in altre istituzioni un atteggiamento serio e costruttivo, piuttosto di farsi dettare note stampa imprecise, raffazzonate e con ricostruzioni fasulle.

 

Ad ogni modo, ritenendo l’argomento troppo importante per farlo diventare terreno di sterile scontro politico e continuando a cogliere comunque positivamente l’interesse del colosso nazionale verso la realizzazione di questa opera, anche alla luce della richiesta – formalizzata da parte nostra nel parere reso alla Conferenza dei Servizi – di un ulteriore tavolo di confronto al quale coinvolgere anche RFI, sono disponibile a qualsiasi ulteriore chiarimento utile a definire una strategia seria ed unitaria, anche per evitare magre figure a chi dovrebbe rappresentare gli interessi della comunità e non di altri. Per noi la tempistica è tutto, abbiamo diritto ad una strada moderna in tempi brevi senza se e senza ma.

 

IL SINDACO
FLAVIO STASI

 

PRONTO A PARTIRE IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA

Servizio di assistenza specialistica per alunni diversamente abili

Partirà giorno lunedì 11 ottobre il servizio del personale dipendente educatore, mentre giorno 18 ottobre prenderà avvio il servizio degli assistenti alla comunicazione e all’autonomia.

L’incontro risolutorio tra le parti – una rappresentanza dei lavoratori, le sigle sindacali interessate, Alessia Alboresi, assessore alle Politiche Sociali e il sindaco Flavio Stasi – si è tenuto ieri nel tardo pomeriggio, nella sala giunta di Palazzo Santi Anargiri.

Unico interesse dell’amministrazione comunale era ed è garantire ogni diritto agli studenti diversamente abili che avranno il servizio di assistenza specialistica loro dovuto, rispettando allo stesso tempo i diritti dei lavoratori in causa.

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Lunedì 11 ottobre partirà il servizio di refezione scolastica

Lunedì 11 ottobre 2021, prenderà il via il servizio di refezione scolastica all’interno degli istituti scolastici gestiti dal Comune di Corigliano-Rossano.
Per usufruire del servizio la domanda deve essere corredata di due passaggi: la presentazione cartacea della richiesta e la procedura on-line, pertanto, invitiamo tutti quelli che ancora non hanno completato ambo le procedure a farlo nel più breve tempo possibile.
Per volontà precisa dell’amministrazione questo non inficerà il servizio che sarà reso disponibile per tutti i bambini che ne hanno fatto richiesta

La modulistica e tutte le informazioni relative sono disponibili sul portale ufficiale del Comune, al link https://bit.ly/2XZsdPH

Quest’anno il servizio è stato implementato in alcune sue componenti, fra cui quella che riguarda la presenza dei bambini ed il relativo controllo dello spreco di risorse alimentari. Sarà, infatti, disponibile per i genitori una piattaforma dove potrà essere inserita, quotidianamente, la presenza o meno dei bambini. La società che gestisce la piattaforma inerente al servizio ricorda che l’assenza o presenza dei bambini potrà essere impostata in anticipo per un massimo di una settimana. Tale procedura darà anche l’opportunità di programmare meglio le risorse alimentari per il menù offerto dalla refezione.